Uno dei più grandi interpreti di sempre

rubinsteinCon il Valzer op.64 n.2 si apre davanti a noi un mondo diverso rispetto quelli descritti da altri valzer, languido e interiore. La melodia è malinconica, accorata e, anche quando si anima in rapidi passaggi, resta sospesa, ambigua, volutamente esitante pur quando indugia sui cromatismi. La parte centrale ci investe con un caldo abbraccio in cui le tensioni precedenti paiono dissolversi. Ecco tornare la atmosfera precedente, con il cambio di modo e di tonalità per enarmonia che favoriscono questa totale trasformazione senza passaggi di collegamento e, come in un sogno, ricompare l’episodio iniziale, che, ripetuto per intero senza alcuna variazione, conclude il pezzo.

[relatedYouTubeVideos relation=”keywords” terms=”Rubinstein Chopin Valzer op.64 n.2″ max=”1″ class=”horizontal center bg-black” height=”320″ width=”600″]

Categorie: Romanticismo