Carl_OrffCarl Orff (10 luglio, 1895 – 29 marzo, 1982) è stato un compositore tedesco, famoso principalmente per i Carmina Burana (1937) che si occupò specificamente anche di pedagogia e didattica influenzando gli attuali metodi di insegnamento. Si è sempre rifiutato di parlare pubblicamente del suo passato probabilmente a causa dei coinvolgimenti della sua famiglia con il mondo nazista. Suo padre era un ufficiale e sua madre pianista. A cinque anni iniziò a studiare sia il pianoforte che l’organo e il violoncello; studiò al conservatorio di Monaco fino al 1914. Successivamente lavorò poi all’Opera di Mannheim e di Darmstadt ed in seguito tornò a Monaco per completare la sua educazione musicale.

Nel 1924 Orff fondò a Monaco, con l’amica Dorothea Günther, la Günther Schule, specializzata nell’insegnamento della musica, della danza e della ginnastica. Fu così che poté sviluppare le sue teorie sull’educazione musicale: a capo di un dipartimento di questa scuola, compose uno Schulwerk (una raccolta per l’educazione musicale, 1930-1933, rivisti nel 1950-1954), cioè una serie di esercizi graduali, da ritmi semplici fino a pezzi complessi per più strumenti per xilofoni e altri strumenti a percussione.

La collaborazione di Orff con il partito nazista è ancora dibattuta, è indubbio il successo riscosso dai suoi Carmina Burana, fin dalla prima a Francoforte nel 1937. Bisogna considerare però che fu uno tra i pochi compositori tedeschi che, durante il regime, risposero all’invito ufficiale a scrivere una nuova musica per “Sogno di una notte di mezza estate”, dopo che furono censurate le opere di Felix Mendelssohn: ciò suggerisce che fosse un simpatizzante del regime – altri si rifiutarono di collaborare.

Orff era amico di Kurt Huber, uno dei fondatori del movimento di resistenza Die Weisse Rose (la Rosa Bianca), e che fu condannato a morte dal Volksgerichtshof e ucciso dai nazisti nel 1943. Dopo la seconda guerra mondiale, dichiarò di essere un membro del gruppo, e di aver partecipato nella resistenza, ma non ci sono prove del suo coinvolgimento, ad esclusione delle sue dichiarazioni, che vengono messe in discussione da altre fonti.

Orff è conosciuto principalmente per i Carmina Burana. È la prima opera di una trilogia, chiamata Trionfi, che include Catulli Carmina e il Trionfo di Afrodite. Queste composizioni riflettono il suo interesse che spazia dalla poesia lirica antica alla poesia goliardica medievale latina. I Carmina Burana sono tratti da alcune poesie del XIII secolo composte da giovani studenti di un monastero tedesco. I numerosi temi, dall’amore erotico alla filosofia fino al buon cibo, sono legati dal leitmotiv del tempo che passa inesorabilmente. L’autore crea deliberatamente una musica semplice, per coro e orchestra, articolata intorno a dei ritmi vigorosi, dalle sonorità ricche.

Tra gli altri titoli, ricordiamo le opere Der Mond (La luna, 1939) e Die Kluge (La saggia, 1943), entrambe ispirate dai racconti di Grimm, e l’austera Antigonae (1949) che, sul testo di Sofocle (tradotto in tedesco da Hölderlin), cerca di ritrovare la dimensione della tragedia greca.