Idealista, comunista e musicista

osvaldo_puglieseBuenos Aires  (2 dicembre 1905  – 25 luglio 1995)

Nasce nel 1905 in Buenos Aires e iniziò la sua carriera di pianista nel sestetto di Paquita Bernardo; nel ’29 con Elviro Vardaro e nel 1939 formò la sua orchestra. Nel 43 incise con Odeon il suo primo disco, in seguito ne pubblicò altri con Stentor e Phillips. Con i suoi viaggi diffuse la sua musica in Unione Sovitica, Cina, Giappone.

Pugliese era un idealista e comunista, le sue convinzioni costarono la prigionia anche se fu, grazie alla sua musica amato e rispettato, durante la sua assenza il suo posto fu posto in suo onore un garofano rosso.

Pugliese creò una orchestra unica nelle sue sonorità, grazie al suo continuo lavoro sugli arrangiamenti e sulle caratteristiche del bandoneón di Osvaldo Ruggero con cui ha collaborato dal ’39 al ’68. La combinazione delle loro conoscenze e della visione musicale di Pugliese portarono alla composizione di un codice base che rimane tuttora presente in moltissimi brani ballabili.

Morì nel 1995 e al suo funerale echeggiarono le note di “La Yumba” una delle più popolari composizioni.

E proprio nel video seguente possiamo ascoltare le note della Yumba in cui si mette in evidenza lo stile di Pugliese contraddistinto dall’alternanza Forte e Debole negli accenti musicali.