Bach, uomo riservato e schivo

bach Bach dedicò interamente la sua vita alla Musica e alla famiglia, e si curò bene di stare lontano dai clamori del successo. Non era nella sue corde di uomo cercare consensi o favori di qualunque natura che provenissero dal suo talento musicale. Una sola volta Bach si lasciò vincere dall’orgoglio, probabilmente per assecondare la richiesta di alcuni amici che lo convinsero a misurarsi con l’organista Marchand in una vera e propria gara. Bach, sia pur riluttante, accettò e partì per Dresda. Ma il rivale, forse spaventato dalle voci sul valore di Bach, non si presentò. Non ne conosciamo le reazioni di Bach ma siamo convinti che, in fondo al cuore, egli fosse contento dell’abbandono del mancato avversario. La musica, infatti, era per lui cosa troppo seria per divenire oggetto di una gara.