Un libero artista sostenuto dagli amici

schubert giovaneNel 1817, grazie all’amico Schober, Schubert conobbe e strinse amicizia con un personaggio di rilievo nella Vienna di allora, il baritono Johann Michael Vogl. Il cantante mostrò subito grande ammirazione per i Lieder di Schubert e grazie alla sua fama contribuì alla diffusione degli stessi presso i salotti più importanti del tempo. Forte di un consenso sempre più ampio e della stima di persone influenti, Schubert decise di òasciare il suo lavoro di istitutore e si dedicò completamente alla vita musicale. La stima, purtroppo, non era fonte di guadagno e fu solo grazie alla protezione degli amici che egli potè vivere la condizione del libero artista, non oppresso dalle necessità quotidiane; tuttavia non rifiutò l’insegnamento privato per cui era particolarmente portato.
Nel 1818 fu assunto dai conti Esterhazy per imparire lezioni di musica alle figlie Marie e Carolina e dato che gli Esterhazy trascorrevano i mesi estivi e autunnali nelle loro proprietà di Ungheria, a Zseliz, Schubert li seguì in qualità di precettore. Di nuovo a Vienna, si stabilì in un appartamento nella Wipplingerstrasse con il poeta Johann Mayrhofer, continuando le lezioni alle contessine Esterhazy. Fatta eccezione per alcuni soggiorni estivi (a Steyr, ad Atzenbrugg, a Gmunden, a Salisburgo), Schubert visse sempre a Vienna.