bebopDurante la Seconda Guerra Mondiale, come ovvia conseguenza, la società americana fu presa da un’enerme frenesia che portava tutto e tutti e correre incessantemente. Questo ebbe ripercussioni anche sulla Musica, ed in particolare sul jazz, che fino ad allora avevo goduto dello Swing. Nacque il Bebop, una forma di jazz caratterizzato da tempi veloci e improvvisazione basato sulla struttura armonica piuttosto che sulla melodia. Il Bebop era drasticamente diverso dalle composizioni schematiche dell’era dello Swing, ed era caratterizzato da tempi veloci, armonie complesse, e melodie complicate. Le sezioni ritmiche scandivano essenzialmente il tempo. La musica poteva risultare piuttosto aggressiva, soprattutto se confrontata con quella saltellante e ballabile di Benny Goodman e Glenn Miller.

Il Bebop sembrava una corsa, nervosa e spezzettata.