La Musica di Intrattenimento fu una costante nella vita di Mozart.

orchestra I tre Divertimenti K.136, K.137 e K.138 furono scritti da Mozart appena sedicenne nel 1772 dopo il secondo viaggio in Italia: l’accostamento di strumenti come il violino primo, il violino secondo, la viola e il basso, risente notevolmente dell’influenza italiana, ed in particolare di Sammartini, che Mozart ascoltò a Milano.

Il primo, Divertimento K.136, è una composizione di stile galante, tra le pagine più note del repertorio mozartiano. Consiste di tre movimenti ma già nel primo è facile riconoscerne lo stile compositivo caratteristico del genere. Il secondo movimento, Andante, è invece pacato e soave costruito su una melodia semplicissima ma ricercata.

Il Divertimento K.138 si compone di un Allegro, di un Andante e di un Presto finale e rispecchia pienamente il contesto disimpegnato delle riunioni di corte in cui questi brani venivano eseguiti.

Comments are closed.