Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Una parte sostanziale dell’opera di Mozart consiste in opere che possono essere chiamate “Musica d’intrattenimento”. La maggior parte di questi pezzi furono composti per le occasioni festive a Salisburgo, i compleanni, le feste di Capodanno, i matrimoni o le celebrazioni tradizionali alla conclusione dell’anno accademico. In alcuni casi alcune di queste composizioni erano pensate per essere suonate all’aperto, in un giardino, in presenza di ospiti in festa che mangiavano e bevevano. Molte delle composizioni “semplici” venivano etichettate come “Divertimento”, altre come “Serenate”, “Cassazioni” o “Notturni”. Non esiste una netta linea di demarcazione tra questi generi, sebbene i Divertimenti siano generalmente intesi per l’esibizione da un ensemble relativamente piccolo, mentre gli altri termini potrebbero implicare una performance orchestrale. Tutta la musica di questo tipo è caratterizzata da una struttura a movimento multiplo e un’andatura rilassata. Momenti di tensione drammatica, come spesso appaiono in Sinfonie o Quartetti, sono assenti, salvo alcune eccezioni. I ritmi simili alla danza prevalgono e le armonie sono mantenute entro i confini convenzionali della musica popolare.

La maggior parte dei Divertimenti e delle Serenate di Mozart furono composti negli anni settanta dell’Ottocento quando il giovane compositore era ancora al servizio dell’Arcivescovo di Salisburgo. In generale, questi erano anni deprimenti per il sempre ambizioso ed energico Mozart, che in giovane età aveva visitato le principali corti e capitali d’Europa. Si rese conto che il clima culturale nella sua città natale era tutt’altro che benefico per un artista del suo calibro, e sentiva che nella provinciale Salisburgo il suo talento venisse soffocato. “Non c’è spazio qui per qualcuno come me”, scrisse tristemente al suo insegnante Martini in Italia, “e la musica non è affatto apprezzata qui.” La musica di Mozart di questo tipo era per scopi sociali a Salisburgo, sia all’interno che all’esterno all’aperto.

Il personaggio leggero e divertente è stato apprezzato dai molti Liebhaber (dilettanti musicali) che affollavano la città, e Mozart migliorò lo spirito divertente utilizzando tipi di tema popolari e mantenendo le armonie e le forme estremamente semplici. Tuttavia, riuscì a creare un equilibrio tra grazia e decoro da un lato, e sottili innovazioni dall’altro, e queste sfide artistiche portarono a un conglomerato stilistico che avrebbe affascinato sia Liebhaber sia gli intenditori musicali. Un’importante procedura formale per colmare questi diversi livelli era la regolare introduzione della scrittura concertante. Mozart era un grande compositore, ma era anche un musicista di grande talento. Suonava spesso il violino, essendo stato istruito da suo padre. Si può presumere che in alcune occasioni Mozart abbia suonato personalmente i brani solisti di questi brani.