2La forma musicale conosciuta come mascherata può essere considerata l’antesignana del balletto; era uno spettacolo popolare legato alla festività del Carnevale. Dopo il grande successo raccolto presso le corti italiane la mascherata approdò in Francia e in Inghilterra. In Francia, in particolare, le mascherate divennero principalmente cerimonie di benvenuto a personaggi illustri e raccontavano di argomenti a carattere mitologico e allegorico; più tardi, questo genere di mascherata, divenne il modello dei prologhi dell’Opera francese. A partire dal Cinquecento la poesia aristocratica prese il sopravvento e sostituì i personaggi mitologici e allegorici con figure appartenenti ai romanzi epici e cavallereschi del Medioevo. Cambiò anche lo scopo dello spettacolo, che non mirava più a rendere omaggio ad un personaggio illustre ma a divertire un’intera compagnia e aveva come principale attrattiva la danza. Simile alla mascherata francese fu quella inglese conosciuta come masque. Queste due forme di spettacolo esercitarono una profonda influenza sulla formazione sia dell’opera francese che di quella inglese.