tafelQuesto concerto è caratterizzato dall’unione dell’orchestra d’archi e di una coppia di corni, con questi ultimi che conferiscono alla composizione un tono di maestosità. Il primo movimento è Maestoso con i due corni che si intrecciano con l’orchestra sviluppando virtuosismi atipici per tali strumenti, solitamente di supporto. Arriva l’Allegro in cui i corni sono protagonisti assoluti, da soli o insieme all’orchestra, ma sempre sopra le righe, con evoluzioni molti interessanti, anche quando rispondono all’orchestra con un supporto dal ritmo punteggiato, sempre estremamente agili e ‘graziosi’. In modo minore è il Grave, con una mesta melodia, eseguita dagli archi e riempita dai corni con lunghi suoni distanti, come di echi lontani. Si finisce con il Vivace, in dodici ottavi, che ci proietta in una danza vivace, gioiosa e festante.