Bandoneon

Strumento musicale cromatico con mantice e ance libere simile alla fisarmonica.
Fu inventato a metà del XIX secolo dal tedesco Heinrich Band di Krefeld.

Ha forma quadrangolare e dimensioni maggiori di quelle della concertina, con caratteristiche più simili a quest’ultima che non alla fisarmonica. Al posto della tastiera presenta dei bottoni, rispettivamente 38 per il registro acuto e medio e 33 per quello grave. Ogni bottone emette un suono, in modo tale che, per produrre un accordo, se ne devono premere diversi contemporaneamente.

Il bandoneón ha un suono limpido e di grande estensione, fattore che ne ha favorito l’impiego, soprattutto dall’inizio del secolo, come strumento solista molto apprezzato dalle orchestre di tango in Argentina, Uruguay e Brasile.

L’argentino Alejandro Barletta lo rese popolare durante le sue lunghe tournée per il mondo, elaborando un repertorio scritto appositamente per lo strumento, mentre il suo compatriota Roberto Caamaño scrisse un concerto per bandoneón e orchestra.