stabatrossiniùA soli 37 anni, Gioacchino Rossini, aveva raggiunto una tale fama e una tale popolarità che molti suoi colleghi potevano solo sognare. Stanco di comporre opere teatrali si ritirò a vita privata, limitandosi a scrivere alcune cantate, piccoli pezzi per piano, e due opere sacre ovvero lo “Stabat Mater” e “la Petite messe solennelle”. La creazione dello Stabat Mater si deve al prelato spagnolo don Manuel Fernández Varela, che desideroso di possedere un manoscritto di Rossini, pregò il musicista di volerlo accontentare. Rossini nonostante una certa riluttanza iniziale non volle deludere le aspettative dell’amico prelato.


Lo Stabat Mater è suddiviso in dieci movimenti.

1. Introduzione, Coro e Solisti – “Stabat Mater dolorosa”
2. Aria per Tenore – “Cuius animam”
3. Duetto per Soprano I e Soprano II – “Quis est homo”
4. Aria per Basso – “Pro peccatis”
5. Recitativo per Basso e Coro – “Eia, Mater”
6. Quartetto, Solisti – “Sancta Mater”
7. Cavatina per Soprano II – “Fac ut portem”
8. Aria per Soprano I e Coro – “Inflammatus et accensus”
9. Quartetto, Solisti – “Quando corpus”
10. Finale, Coro – “Amen, in sempiterna”