Chopin,_by_Wodzinska

Compositore e pianista, nacque a Varsavia da padre francese e da madre polacca, il 22 febraio 1810.
Il suo nome era Fryderyk Franciszek Chopin, ma adottò la variante francese “Frédéric-François” quando a venti anni lasciò la Polonia, per non tornarvi mai più. All’età di 6 anni iniziò gli studi musicali dal boemo Zivny e dopo tre anni era già in grado di esibirsi come pianista in una serata di beneficenza. Già noto e ammirato nei migliori ambienti di Varsavia, Chopin fu affidato, per il suo perfezionamento nella composizione, ad Elsener, direttore del Conservatorio di Varsavia. Nel 1829 aveva già composto abbastanza musica per esibirsi in alcuni concerti a Vienna.
Quando i russi occuparono la Polonia, Parigi divenne la residenza di Chopin il quale fin dai primi tempi, protetto dal principe Radzwill, vi ottiene quella piena comprensione che fuori dalla patria non aveva ancora trovato.
Chopin si riavvicina alla famiglia Wodzinski che l’aveva accolto adolescente quale maestro della piccola Maria e da questa frequentazione nasce l’amore tra i due giovani, ostacolato però dal padre che rompe il rapporto d’amicizia con Chopin: questo duro colpo aggrava di più la fragile salute del musicista. Nel 1838 conosce George Sand, più grande di lui di sei anni e si getta nelle braccia dell’ “amore compiuto” (parole di George Sand), ma ben presto il rapporto diviene nervoso e caotico. Per sfuggire al precedente amante di George, i due amanti si rifugiano a Maiorca, stabilendosi nella Cartuja di Valdemossa, nel Nord Ovest dell’Isola, mentre in Spagna continua la guerra. Nel 1839 Frédéric-François Chopin e George Sand tornano in Francia per l’aggravarsi della tubercolosi di cui lui era affetto. Durante i sette anni del periodo vissuto con la scrittrice, Frédéric-François Chopin scrive le più belle Mazurche ed i più appassionati Notturni, ma l’incompatibilità dei due caratteri emerse quando Frédéric Chopin prese posizione sul matrimonio fallito di Solange, la figlia di George. Dopo essersi lasciato con George Sand, nel 1845, Chopin cade in una terribile depressione e la sua vena di compositore sembrò esaurita. Durante l’ultimo periodo della sua vita, Chopin fu assistito da una sua allieva scozzese, Jane Stirling, che insieme alla sorella Mrs. Erskine, convinse Chopin a trasferirsi in Inghilterra. Ma il rigido clima inglese e la vita mondana in cui le sue giovani compagne scozzesi lo trascinano, fanno peggiorare la salute del compositore. Rientrato a Parigi, muore il 17 ottobre del 1849, circondato dagli intimi e viene sepolto a Parigi nel cimitero di Père Lachaise.