Le regole dell’Armonia alla base degli Spazi Musicali

armonia

Con Armonia si intende la condizione di gradevolezza che scaturisce dallo stare assieme; in Musica, due o più suoni sono armoniosi, se realizzano un quadro sonoro “gradevole”. Questa era la definizione più in uso fino ad alcuni anni fa, e si insegna ancora oggi nei corsi base di armonia nei conservatori.

Tuttavia è difficile stabilire se due suoni simultanei sono “assolutamente” gradevoli o meno all’orecchio: è molto soggettivo, dipende dal gusto, dal tempo, dalla cultura.

Con Armonia si intende anche quella disciplina che analizza le regole che sottendono la composizione musicale; il compositore, mediante due o più suoni, seguendo le regole dell’Armonia, crea sensazioni, crea emozioni o pensieri, secondo un tipo di cultura, di gusto o di modo, a partire da regole che caratterizzano uno stile.

Se immaginiamo che le Note non sono altro che espressioni sonore di entità matematiche quali sono i numeri, l’armonia, di conseguenza, rappresenta la scienza che studia i rapporti tra 2 o più note ovvero tra 2 o più numeri definendone, in questo modo, uno spazio “musicale” a 2 o più dimensioni.

Ecco perchè possiamo parlare di Spazio Jazz, Spazio Classico, etc etc.

Categorie: Teoria Musicale