LouisXIVFu il cardinale Mazzarino, su consiglio di Francesco Buti, a chiamare a Parigi Francesco Cavalli in occasione del matrimonio di Luigi XIV con Maria Teresa d’Asburgo. Lully fu incaricato di comporre le musiche per i balletti delle opere di Cavalli, Xerxes (Serse) ed Ercole Amante, quando la morte di Mazzarino e la partenza di Cavalli, che raccolse solo critiche, avviarono il fiorentino a una nuova, rapida ascesa della carriera. Quando nel novembre del 1660 venne rappresentata l’opera Xerxès, nella galleria superiore del Louvre, il lavoro di Cavalli si rivelò un insuccesso. L’esperienza francese di Cavalli era fallita per più di una ragione: le continue interruzioni della stesura per i continui viaggi, l’uso della lingua italiana, la scarsa abitudine dei francesi allo stile musicale italiano, e non da ultimo la morte di Mazzarino che l’aveva chiamato e protetto.