rrrIl contrabbasso ad ancia è uno strumento appartenente ad una famiglia di strumenti diversa da quella del sarrusofono benchè le idee di partenza hanno dei punti in comune. L’idea inizialmente venne allo Stowasser di Graslitz / Kraslice  che inventò una specie di controfagotto in metallo. Non ebbe molto successo e fu presto abbandonata. Successivamente, un costruttore belga (Charles Mahillon) notò le potenzialità del nuovo strumento  e riprese l’idea, la perfezionò e tirò fuori il contrabbasso ad ancia praticamente pochissimi anni dopo l’invenzione del sarrusofono. Le differenze stanno soprattutto nella diteggiatura. Il sarrusofono ha una diteggiatura che nella classificazione di Sachs ripresa poi da Baines possiamo definire del 6 +1 ovvero con questa diteggiatura lo strumento emette una scala diatonica che può essere di SIb o di Mib.Il contrabbasso ad ancia invece può emettere solo una scala cromatica cioè non ha alcuna diteggiatura corrispondente ad altri strumenti a fiato: ogni chiave è un semitono per cui dovrebbe essere considerato strumento in Do nonostante la fondamentale sia il Mib (con chiave discendente al Re). La famiglia è la stessa e lo strumento è stato costruito in un unica taglia. Il sarrusofono ha la meccanica dei sax e si suona come un sax mentre il contrabbasso ad ancia si suona come il pianoforte: si preme un tasto alla volta e sulla mano destra ci sono le note acute, sulla sx le gravi (il sax e il sarrus sono al contrario) perciò è uno strumento completamente diverso dal sarrusofono contrabbasso (che tra l’altro è in EEb come il sax contrabbasso mentre il contra ad ancia è in CC).

(Fonte: www.spada.criptanet.it)

Il Contrabbasso ad ancia è uno strumento non più in uso. Si può trovare  solo nell’organico di alcune delle bande musicali militari italiane. Nell’organico bandistico il contrabbasso ad ancia completa il registro grave con l’ausilio dei saxofoni.

Categorie: Aerofoni