yoyomaIl “Dumky” Trio, ovvero il Trio op.90 in Mi minore per pianoforte, violino e violoncello, di Dvoràk, è una delle composizioni più eseguite del genere Trio. Dumky è una parola di origine slava che indica il pensiero, la meditazione, ed è anche una vera e propria forma poetica, ballata elegiaca celebrativa di grandi eroi, sorta di canto epico che ricorda le gesta dei cosacchi alla conquista della Pace e della Libertà. Il Dumky Trio è diviso in Dumka ovvero quello che potremmo definire il pensiero o meditazione musicale. Dvoràk lo scrive con uno spirito poetico liberissimo traducendolo in una forma molto variabile sia per dinamica che per tempo che non prevede alcun elemento compositivo particolarmente complesso. Ci sono temi eroici, gioiosi, di festa, ma anche nostalgici ed intimistici. Tutto scorre, senza interruzioni, nasce, cresce, si risolve e rinasce: Dvòràk compone le sue melodie, non le trascrive, non le rielabora, semplicemente coglie il sapore del canto popolare. La sua è quasi una composizione “cinematografica”, fatta come sequenze di un film, dove scorrono semplici fotogrammi che raccontano dello «spirito del popolo».