Jan_Pieterszoon_SweelinckJan Pieterszoon Sweelinck (Deventer 1562 – Amsterdam 1621) è stato un compositore e musicista olandese, importantissimo innovatore della musica per tastiera a cavallo fra Cinquecento e Seicento.

Primogenito di Peter Swybbertszoon, organista, da cui non prese il cognome, e di Elske Jansdochter Sweeling, da cui prese il cognome. Nel 1564, subito dopo la sua nascita, la famiglia si spostò ad Amsterdam, dove il padre prese l’incarico di organista presso la Oude Kerk; la sua era una famiglia di organisti, dal nonno allo zio.

Fu il padre ad impartirgli le prime lezioni; successivamente i suoi maestri furuono Jacob Buyck, prete cattolico dell’Oude Kerk e Jan Willemszoon Lossy, controtenore di Haarlem.

Per ben 44 anni fu organista alla Oude Kerk di Amsterdam, la città dove la tradizione degli Sweelinck proseguì per oltre un secolo; ottenne questo incarico a 15 anni, nel 1577. I suoi primi lavori sono del 1592–94: 3 libri di canzoni, ai quali seguirono edizioni di arrangiamenti sui salmi, pubblicati nel 1604, 1613, 1614 e nel 1621.

Fu molto apprezzato dai suoi contemporanei al punto che venne soprannominato l’Orfeo di Amsterdam, molto probabilmente anche per la sua elevatissima capacità di improvvisare composizioni con le quali allietare il popolo.

Molto probabilmente Sweelinck passò tutta la vita nella sua città, alternando l’attività di organista a quella di insegnante, entrando anche a far parte di stimati circoli intellettuali come quello di Pieter Corneliszoon Hooft.

Morì per cause ignote all’età di 59 anni il 16 ottobre 1621 e fu sepolto nella sua Oude Kerk.