musica e dna

Qual è il legame tra i gusti musicali e il patrimonio genetico? Perché preferiamo il pop al rock, o l’heavy metal alla musica classica, o il folk all’hip-pop? Dipende dal nostro patrimonio genetico.

Da uno studio condotto da Nokia e dal King’s College London Department of Twin Research, è emerso che sottoponendo quattromila gemelli omo ed eterozigoti a questo esperimento sono venuti fuori risultati molto interessanti: i fattori genetici si intrecciano con quelli ambientali nel determinare i gusti musicali. Le influenze variano in base al genere e alle esperienze individuali. Ci sono poi delle differenze anche in funzione dei generi musicali; ad esempio  i fattori genetici incidono per la musica pop, classica e hip-pop nel 53% dei casi ovvero risultano presenti nella nostra personalità a prescindere da altri fattori influenzanti. Per quanto riguarda Jazz, Blues e Soul questo è vero in misura inferiore per cui  la passione di Louis Armstrong, o Ray Charles è stata determinata dai geni per un 46% delle cause possibili. Per quanto riguarda il Rock o l’Heavy Metal, l’educazione prende il sopravvento sulla natura negli appassionati di Pink Floyd, Radiohead o Iron Maiden. Per questi i geni contano solo per il 40%. Il resto va imputato all’educazione familiare e alle esperienze personali. Nei generi tipo Folk e Country questa percentuale scende al 24%.

Categorie: Musicologia