DanceLesson

Le Gymnopedies sono tre composizioni per pianoforte solo, pubblicate nel 1888 e ispirate alla poesia Les Antiques di Patrice Contamine, poeta francese che Satie conobbe nel 1887. Pur essendo assieme alle Gnossiennes, tra le prime opere pianistiche di questo autore, esse già definiscono l’estrema semplicità strutturale che sarà alla base, seppur in forme diverse, di tutta la sua arte. Il fascino ipnotico che emana da queste composizioni deriva da una antica cerimonia greca caratterizzata dalla danza di adolescenti nudi. La parola gymnopedie deriverebbe infatti dalla corrispondente parola greca gymnopaedia. Verso la fine del 1896, Claude Debussy, la cui popolarità era giunta all’apice, decise di orchestrare le tre splendide melodie di Satie, inserendo in organico ben due arpe, affidando l’accompagnamento accordale alla prima, e costruendo egli stesso una seconda ostinata linea melodica per la seconda.

Spartito

[relatedYouTubeVideos relation=”keywords” terms=”Erik Satie – Gymnopédie n.1″ max=”1″ class=”horizontal center bg-black” height=”320″ width=”600″]