Domenica 25 marzo, alle ore 21.00, nella suggestiva cornice della Palazzina Liberty, la violinista russa Yulia Berinskaya e l’orchestra d’archi “I Musici di Parma”, che l’affianca, lanciano la loro nuova sfida: un nuovo disco dedicato a brani di grandi compositori mai ascoltati, però, in questa formazione. Le note di Pablo de Sarasate, Manuel De Falla, Igor Stravinsky, Ernst Bloch e Astor Piazzolla vengono rilette e reinterpretate nelle trascrizioni inedite di Giovanni Dettori e Stefano Ligoratti, quest’ultimo in veste anche di direttore, e proposti al grande pubblico per la prima volta.

Il nuovo disco, intitolato “The voice of violin”, edito dall’etichetta Da Vinci, vede protagonisti la violinista Yulia Berinskaya accompagnata dall’orchestra d’archi “I Musici di Parma” diretti da Stefano Ligoratti. Il disco vuole rappresentare quasi un duello ai cantanti lirici e al mondo della musica operistica e liederistica in generale, di cui sfida la grande espressività. Cuore dell’esecuzione è non solo il suono vibrante del violino ma la sua più profonda qualità vocale, la “voce” vera e propria di questo strumento. Un elemento fortemente radicato nella cultura musicale Yiddish, di cui Yulia Berinskaya fa parte fin dalla sua infanzia. Cresciuta sotto l’egida del padre, Sergei Berinsky, importante compositore moscovita esponente della cultura Yiddish, Yulia riporta in questo disco il suono del violino al suo archetipo originale, intimamente legato al canto e alla danza.

Categorie: Eventi