“Ha coraggiosamente espanso il linguaggio musicale includendovi elementi di impressionismo astratto, romanticismo e una gamma altamente non convenzionale di colori, cosa che lo rende il chiaro e naturale successore del tardo Gil Evans” è quello che scrive la testata giornalistica All About Jazz su uno dei compositori più alla’avanguardia degli ultimo 20 anni, Vince Mendoza, musicista Grammy Award presente quest’anno al Real Teatro Santa Cecilia inserito all’interno del cartellone della stagione concertistica della Fondazione The Brass Group. Grandi novità dunque per il nuovo anno artistico grazie alla presenza di artisti internazionali che calcheranno il palco dello storico teatro e che si esibiranno per una delle più antiche Istituzione di musica jazz del nostro Paese, la Fondazione The Brass Group. Il sipario dello storico Real Teatro Santa Cecilia si aprirà sabato 10 novembre con il concerto di Russell Malone trio, a seguire il 24 dello stesso mese con l’ Area M Orchestra che si esibirà con un concerto dedicato al grande artista Stevie Wonder, con la direzione e gli arrangiamenti di Pino Iodice, a dicembre sarà la volta di Chiara Civello e Nick The Nightfly. Mentre il nuovo anno sarà inaugurato con il concerto di Vito Giordano con Orchestra jazz siciliana dedicato alla “Canzoni d’autore”. Altri grandi artisti inseriti nel cartellone saranno Yilian Canizares, Dario Deidda Trio feat. Gegè Telesforo, Aziza Mustafa Zadeh trio, Katie Thiroux e tra gli altri il grande compositore, direttore e strumentista all’avanguardia della scena Jazz e della musica contemporanea degli ultimi 20 anni, Vince Mendoza con l’Orchestra Jazz Siciliana, a seguire nel mese di aprile Monica Molina e Gregory Privat con il concerto “In the spirit of jazz”.

La nuova stagione concertista della Fondazione The Brass Group, giunta alla sua 44° edizione, si presenta dunque ricca di sonorità grazie ad un calendario variegato, ideata da Luca Luzzu, direttore artistico della fondazione, che prevede le performances di grandi artisti internazionali in ambito jazz e soul e dell’Orchestra Jazz Siciliana. Da quest’anno, inoltre, per soddisfare le numerose richieste di abbonamenti, è previsto un doppio turno: uno alle ore 19.00 ed un secondo alle ore 21.30.

Dodici rispettivamente gli spettacoli in entrambi i turni e tanti i grandi nomi che calcheranno il palco del Real Teatro Santa Cecilia, l’unico teatro pubblico storico che esista al mondo destinato al jazz, e proprio sul programma interviene il Maestro Ignazio Garsia, presidente della Fondazione “quest’anno abbiamo voluto attribuire al cartellone una particolare importanza sia perché rappresenta il definitivo rilancio del Brass, sia perché intendiamo restituire a Palermo, proprio nell’anno in cui sarà capitale della cultura, il ruolo interpretato fin dagli anni Settanta di capitale tra le più importanti del jazz europeo. Per raggiungere tale obiettivo ci siamo impegnati in modo particolare sul fronte artistico con un maggior coinvolgimento di musicisti internazionali”.