Dopo aver attraversato l’Italia e aver entusiasmato gli Stati Uniti, la Russia, la Cina e la Turchia con la sua musica, domani, sabato 24 ottobre, dalle ore 21.30, il compositore e pianista ROBERTO CACCIAPAGLIA terrà un concerto in streaming sulla sua pagina Facebook ufficiale (www.facebook.com/RobertoCacciapaglia) dal Glance Studio di Milano per accompagnare il suo pubblico con un concerto emozionante per piano solo, in cui il pianoforte e il suo suono puro saranno l’elemento centrale.

Queste le parole del compositore e pianista: «Cari amici, il concerto al Conservatorio di Milano, sabato 24 ottobre, è stato rimandato per le ragioni che tutti conosciamo. Per non fermare la musica ho pensato di fare una diretta live proprio la stessa sera, 24 ottobre alle ore 21:30, eseguendo alcuni brani del concerto e anche l’inedito “Days of Experience”, scritto durante i giorni dell’esperienza, per restare comunque vicini in questo momento difficile per tutti».

La scaletta del concerto in streaming prevederà brani estratti dal suo vasto repertorio (come “Mente Radiosa”, composto ed eseguito insieme a Rita Levi Montalcini) e il nuovo brano “Days of Experience”, scritto durante i “Giorni dell’Esperienza” del lockdown e registrato con una tecnologia innovativa che utilizza un microfono binaurale, che permette di riprodurre il più fedelmente possibile le percezioni acustiche di un ascoltatore situato nell’ambiente originario di ripresa dell’evento sonoro.

Non mancheranno brani estratti dai dischi “Diapason” (2019), registrato con la Royal Philharmonic Orchestra negli Abbey Road Studios di Londra e che mostra la sua continua ricerca tra sperimentazione elettronica, espansione del suono acustico e tradizione classica; “Tree of Life” (2015), lavoro discografico che contiene anche la suite omonima e definitiva delle musiche dell’Albero della Vita di EXPO, una composizione con temi e variazioni che si susseguono verso una condivisione di stati emozionali profondi, gli stessi che il pubblico ha provato ogni sera all’accensione delle luci dell’Albero della Vita; “Alphabet”, registrato nel 2014 al Conservatorio di Milano; “Quarto Tempo” (2007); “Canone degli Spazi” (2009) e “Ten Directions” (2010), la trilogia da cui ha avuto inizio la lunga collaborazione con la Royal Philharmonic Orchestra.