Schönberg e la composizione con dodici note

9788889671146Arnold Schönberg dedicò tutta la vita alla  creazione di un linguaggio musicale che rispondesse alle proprie esigenze artistiche e morali. La dodecafonia rivoluzionò la musica colta del primo Novecento e divenne la verità artistica, non solo simbolicamente, del suo autore.
Nel “Moses und Aron” di Schönberg, Mosè, il protagonista, conosce la Verità ma non sa comunicarla, mentre Aronne trasmettendola la travisa e falsifica.
La Verità non è divulgabile: al termine del terzo atto (di cui l’autore realizzò il libretto ma non la musica), Aronne muore. Il dubbio esplicitato da Schönberg – che ci porta a  paragonarlo al protagonista – riguarda l’impossibilità di comunicare ad altri la Verità raggiunta. Questo libro segue le fasi del  percorso di Schönberg nella messa a punto del suo linguaggio, dalle prime intuizioni fino alla piena realizzazione, tramite l’analisi musicale di alcune opere significative tra le quali “Mosè e Aronne”, in cui il metodo della composizione con dodici suoni trova l’espressione più completa svelando, attraverso i suoi simbolismi, le più profonde convinzioni ideologiche del suo autore.

Anna Galliano, musicista di formazione torinese, laureata in Lettere, diplomata in Pianoforte, Musica corale e Composizione. Titolare della cattedra di Armonia complementare al Conservatorio di Vibo Valentia, è direttore di coro, pianista e compositrice, opera da sempre nell’ambito della didattica. Compositrice per cori giovanili ed ensemble di varia formazione, ha scritto soprattutto musica per cori di voci bianche. Ha collaborato con le riviste musicali “La Cartellina” (Suvini-Zerboni), “L’offerta musicale” (Carrara), e con la casa editrice “Il capitello”, con cui ha pubblicato il manuale Armonia.

Prefazione di Luigi Giachino

www.cartmanezioni.it

Comments are closed.