La Stagione concertistica del Conservatorio, in collaborazione con la Città di Lecce, prosegue con un appuntamento dedicato al grande compositore pesarese G. Rossini, nel centocinquantenario della sua morte.
Immaginiamo di trovarci nell’abitazione parigina di Gioacchino Rossini, invitati ad una delle sue tante Soirèes, cui l’alta società francese faceva a gara per intervenire e dove, com’è noto, usava offrire cene memorabili, ovviamente condite di tanta buona musica.
‘Péchés de Vieillesse’, Peccati di Vecchiaia, è la collana di ben 14 album, una specie di ricca dispensa per piccoli manicaretti musicali in cui sono racchiuse le composizioni nate per pianoforte solo o per pianoforte e strumenti vari. La serata, dal titolo: “La Cuisine Fantasque – Rossini da gustare” è ispirata alla suddetta raccolta dedicata a temi gastronomici.
Nella prima parte tratta alimenti rappresentanti gli antipasti, quindi: Ravanelli, Acciughe, Burro, Cetriolini;nella seconda parte, in contrapposizione alla prima, presenta alimenti dolci, quindi:Fichi secchi, Mandorle, Uva passa, Nocciole.

Le ‘degustazioni’ musicali verranno messe in scena il 20 Aprile 2018, alle ore 20:00, presso l’Auditorium del Conservatorio “Tito Schipa” (via Ciardo 2, LE), dall’Orchestra da camera dello stesso Conservatorio , diretta da Giovanni Pellegrini, con la voce recitante di Adolfo Corrado.

Per l’occasione sarà utilizzata la trascrizione del compositore lucano Damiano D’Ambrosio per un organico cameristico e così, tra una portata e l’altra, ascolteremmo delle composizioni salottiere e ironiche, ispirate a temi gastronomici, a testimonianza del divertissement e dell’ironia di cui la musica rossiniana è ricca.

Ingresso libero