Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Da Eduardo Torres a Pablo Bruna, da Johann Sebastian Bach a Félix Mendelssohn. E’ un programma sospeso tra Spagna e Germania quello scelto dall’organista sivigliano Arturo Barba per il suo debutto, mercoledì 11 aprile, ai Mercoledì Musicali della Fondazione CR Firenze, rassegna dedicata ai massimi virtuosi della tastiera in programma all’Auditorium di via Folco Portinari a Firenze (ore 21 – via Folco Portinari 5/r). Titolare dell’Organo Monumentale Cabanilles della Compagnia di Gesù a Valencia, direttore artistico dei Cicli di Organo e professore del Conservatorio de Torrente, Arturo Barba si è specializzato nella prestigiosa International Academy for Organists di Haarlem (Olanda). È organista principale della Orquesta de Valencia e de la Orquesta dell’Ópera del Palau de Les Arts, con le quali ha lavorato come solista con direttori di fama mondiale. Ha realizzato registrazioni dal vivo per RNE-Radio Clásica e svolge un’intensa attività concertistica con masterclass e recital in importanti festival internazionali.

Ai Mercoledì Musicali presenterà un concerto legato in parte alla sua terra con brani, per noi in prima esecuzione, di Bruna, Soler e Torres, e in parte legato alla scuola tedesca, con alcuni autori tra i più rappresentativi: spiccano tre corali di Bach, lo “stile fantastico” del “Preludio in mi minore” di Bruhns e Mendelsshon con la sua originale e non molto eseguita “Passacaglia”, inframmezzati dalla ‘deliziosa’ “Toccatina” di Pietro Yon.

E’ previsto un biglietto simbolico di 5 euro (consigliata la prenotazione al numero 055.538.4001 o via mail a ricevimento@entecarifirenze.it, dal lunedì al venerdì in orario d’ufficio). Il ricavato delle serate è devoluto all’associazione Astrolabio.

Categorie: Eventi