Battimenti musicali

Quello dei battimenti musicali è il fenomeno acustico che nasce dalla sovrapposizione di due suoni molto simili in intensità e frequenza e il cui effetto è una forma d’onda altrettanto simile in frequenza ma modulata in ampiezza da un battimento ovvero da una pulsazione regolare di bassa frequenza. Da un punto di vista fisico questo fenomeno è il risultato del principio di sovrapposizione applicato alle due onde periodiche, tipicamente sinusoidi, le cui frequenze sono molto vicine ma comunque diverse. L’onda che ne scaturisce è caratterizzata dalla tipica forma a due oscillazioni: la prima, rapida, il cui valore di frequenza è pari al valore medio delle due, ed una seconda, molto più lenta, che modula l’ampiezza dell’onda risultate con la frequenza che è tipica del battimento, e il cui valore è la differenza delle due, ovvero molto basso, in considerazione del fatto che le frequenze di partenza hanno valori molto vicini.
E’ possibile riprodurre artificialmente questo fenomeno sfruttando il suono prodotto da due diapason per generare suoni particolarmente puri: se i diapason sono perfettamente accordati si può produrre il fenomeno del battimento modificando leggermente la frequenza di uno dei due. Ciò può essere ottenuto applicando una piccola massa ad uno dei due rebbi modificando la frequenza propria di oscillazione.