Primi passi del Classicismo a Berlino

Quantz e C.P.E.Bach

A10261_berlino_porta_brandeburgo A Berlino la musica seguiva tradizioni preclassiche: il figlio di Federico Guglielmo, Federico Augusto (che diverrà Federico il Grande) dovette lasciare Berlino e fondare un centro musicale a Rheinsburg. Qui si circondò di valenti autori, tra cui Johann Quantz, che scrisse trecento concerti per flauto, ed un importante trattato sull’argomento. Un altro contributo fondamentale venne da Carl Philipp Emanuel Bach, compositore di musica per strumenti a tastiera: egli lavorò per trent’anni presso il sovrano, per poi sostituire Telemann ad Amburgo. Le sue sonate per pianoforte rappresentarono una importante spinta per questo strumento, allora nuovo, e per il quale non esisteva un repertorio..