Il tardo Romanticismo

Romanticismo e Nazionalismo

tardo romanticismo1Il Romanticismo fu un movimento culturale che, con tempi e modi diversi, raggiunse gran parte delle nazioni europee, influenzando anche compositori di musica operistica come Verdi e Wagner. La seconda metà dell’Ottocento conobbe i primi fermenti nazionalisti; la musica della tradizione diventava il veicolo con cui esprimere questi sentimenti: Piotr Il’ic Tchaikovskij, dopo una iniziale preferenza per le forme classiche e la musica occidentale, mostrò un avvicinamento verso la cultura del suo paese, componendo sei sinfonie su materiale popolare.

In Germania, la tradizione sinfonica venne portata avanti da Anton Bruckner e Gustav Mahler: Bruckner, tipico tardo-romantico, fu fortemente influenzato dalla sua formazione di organista di chiesa, usando spesso le sezioni dell’orchestra come se passasse da un registro d’organo ad un altro: pur non avendo grande influenza sugli autori successivi, ebbe un successore importante in Mahler, che come Bruckner preferiva un’orchestrazione imponente e forme di ampio respiro.
Mahler, peraltro, ha poco in comune con Bruckner: compose solo sinfonie e Lieder, arrivando alla produzione del Lied sinfonico con il ciclo Das Lied von der Erde (Il canto della terra).

Mahler inoltre ampliò ulteriormente la forma sinfonica, aumentando le dimensioni dell’orchestra più di quanto avesse fatto Beethoven, ed oltre tutto si orientò verso opere di grande durata, come ad esempio la sua ottava sinfonia, sviluppata per soli, doppio coro, coro di ragazzi ed orchestra.

In definitiva nel romanticismo convivono due tendenze: una, maggiormente presente in autori come Bruckner e Mahler, è l’espansione della forma, l’altra è il tentativo di arrivare ad espressioni concise, come accade nelle composizioni pianistiche e negli ultimi lavori di Brahms.

Allo stesso modo, le melodie liriche resero obsolete le strutture della vecchia sonata, portando ad un maggiore interesse verso il colore del suono e dell’orchestra, interesse questo che verrà sfruttato ampiamente dai compositori impressionisti francesi: l’impressionismo inizia proprio nel Lied, passando per i poemi sinfonici ed arriva al pieno sviluppo verso la fine del periodo romantico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *